Italiano Inglese Tedesco
PUNTA GROSSA - Complesso Turistico Residenziale Alberghiero  
  Home   Complesso Turistico   Gallery   Preventivi   Listini   Dove Siamo   contatti

Residence

  Bilocale PT tipo A
  Trilocale PT tipo AM
  Quadrilocale PT tipo B
  Bilocale PP tipo C
  Trilocale PP tipo CM
  Quadrilocale PP tipo D
  Bilocale PT tipo E
  Family Room PP tipo F





 

Ci chiediamo se preferite le spiagge o l'entroterra, il Seicento o il Settecento,

le cattedrali barocche o le masserie fortificate.

Scegliete pure tutto per adesso.

Con il tempo, molto lentamente, prenderete una decisione.

SALENTO

Terra da esplorare con calma,

concedendosi lunghe passeggiate sulle bianchissime spiagge o nelle viuzze dei paesi.

Soffermandosi ad ammirare le torri cinquecentesche, il trionfo barocco, l'abbagliante candore delle antiche masserie. Perlustrando la costa e le isolette. Abbandonandosi ai profumi tipici della cucina mediterranea.



Punta Grossa è un villaggio turistico che si colloca in una delle più belle aree naturali della costa jonica del Salento.

Il villaggio si affaccia infatti sullo specchio di mare del Parco Marino di Porto Cesareo, nelle immediate vicinanze del bosco dell'Arneo e delle aree protette Palude del Conte e Dune Costiere ed il Parco di Castiglione con le sue caratteristiche Spunnulate.

Il complesso propone escursioni in barca lungo la costa e tra gli isolotti, pesca diurna e notturna, escursioni in mountain bike e a cavallo, visita alle città di maggior interesse storico - artistico, visita alle masserie fortificate, e tanto altro ancora.

Tra le attività sportive che si possono svolgere in zona:

    • Mountain bike
    • Corsa campestre
    • Windsurf
    • Kite surf
    • Snorkeling
    • Canoa
    • Equitazione
    • Go cart

La naturalità della vita che si conduce da queste parti è la testimonianza di un legame antico con il territorio e rende gradevole la pur massiccia presenza umana perchè questa vive e respira i ritmi della natura scanditi dalle stagioni e dall'avvicendarsi delle culture.

L'integrazione della presenza umana, derivante dall'antichità del legame esistente con l'ambiente circostante, è anche testimoniata dall'uso della pietra locale nelle costruzioni. Siano queste bassi muri poderali o masserie inponenti e fortificate, il loro inserimento nel paesaggio appare immediato ed armonioso. La magia della pietra salentina, grazie alla sua caratteristica di lavorabilità, si è intrinsecate nei tempi passando da ricettacolo di santità, nelle cripte rupestri, alla sacralità produttiva di frantoi ipogei, fino all'uso del materiale cavato nella esplosione della fantasia barocca dei monumenti urbani che rendono famoso il Salento ben oltre i suoi confini.

In generale il tipo di impegno che l'uomo svolge sul territorio, è in gran parte legato ad attività tradizionali che si originano nella notte dei tempi. Queste sono soprattutto di natura agricola (viticolture, olivicolura) e peschereccia sulla costa, ma comprendono un cospicuo coinvolgimento nel trainante setturo turistico almeno per quanto riguarda il litorale ionico.

Inoltre, è altrettanto innegabile che almento un animale, la Tarantola (collegata nominalmente a Taranto, l'antico capoluogo della Magna Grecia, e con esso al ballo della tarantella) ha, proprio nel Salento, ingigantito la propria dimensione nell'immaginario popolare e influenzato a lungo e profondamente la cultura contadina locale (e oggi si vive il boom del ballo "pizzicato" in tutte le piazze salentine).

E' dunque evidiente come questo territorio, pure antropizzato, coltivato, vissuto, sia ancora profondamente legato a quegli elementi naturali che qui hanno influenzato profondamente il modo di vivere ed operare delle genti.

I cento profumi e gli infiniti sapori della gustosissima cucina casereccia e delle tavole imbandite sono risultati, nel tempo, l'arma vincente del Salente che, in questo modo, si offre a soddisfare una delle richiesti più pressanti del moderno vivere: periodi più o meno lunghi di pace, sole, e buona tavola.

Se però appare interessante proprio l'aspetto della convivenza consolidata tra la natura "gestita" e abitata e l'uomo, non va dimenticato che l'area in questione propone tante porzioni di ambiente naturale praticamente integro: il mare, da queste parti, è, per molti versi, poco alterato e meno soggetto all'influenza dell'uomo di quanto non sia altrove in Italia e perfino nel resto del Mediterraneo. E proprio il mare di Porto Cesareo accoglie un'Area Marina Protetta e può bastare anche una semplice maschera con boccaccio per avere un'idea delle coloratissime forme viventi sotto la superficie dell'acqua.

 
Porto Cesareo
  > Paesaggio marino
  > Area Marina Protetta
  > Museo di Biologia Marina
 


Offerte

 

Bowling - Pizzeria

 

 

Punta Grossa
FGCI srl

Virtual tour
video

 

F.G.C.I. S.r.l. Porto Cesareo (LE) via Prov.le per Taranto, Km. 7 --- Telefono 0833/8551 oppure 0833/857401  --- fax  0833/855801 --- P.IVA 03531910754